Ufficio/AP dello sceriffo della contea di Fulton

Combatti la disinformazione: iscriviti gratuitamente Madre Jones quotidiano newsletter e segui le notizie che contano.

La foto segnaletica di Donald Trump ha alimentato uno storico blitz di raccolta fondi per l’ex presidente.

La campagna di Trump afferma di aver raccolto 7,1 milioni di dollari da quando è stato processato giovedì sera in una prigione di Atlanta per aver tentato di ribaltare le elezioni in Georgia, secondo i dati riportati per la prima volta da Politico. Venerdì Trump ha raccolto 4,18 milioni di dollari, più di qualsiasi altro giorno della sua campagna.

La raccolta fondi è stata in parte alimentata dalla vendita di magliette, tazze e altri oggetti decorati con foto segnaletiche con la scritta “NEVER SURRENDER”.

Dopo il suo arresto di giovedì, Trump è tornato su X, precedentemente noto come Twitter, per la prima volta in più di due anni, pubblicando la sua foto segnaletica e indirizzando i sostenitori al sito web della sua campagna. “Quello che è successo è una parodia della giustizia e un’INTERFERENZA ELETTORALE”, afferma il sito. Ha chiesto ai suoi sostenitori di donare alla campagna per “sfrattare il disonesto Joe Biden dalla Casa Bianca e SALVARE L’AMERICA durante questo capitolo oscuro della storia della nostra nazione”.

Il bottino dimostra il successo di Trump nel trasformare le sue quattro accuse in munizioni per la raccolta fondi. Nelle ultime tre settimane, durante le quali Trump è stato incriminato a Washington, DC, con accuse legate al suo ruolo nella rivolta del 6 gennaio e arrestato in Georgia con l’accusa di tentato di sovvertire le elezioni, la campagna ha fruttato quasi 20 milioni di dollari, più di più della metà di quanto raccolto durante i primi sette mesi di Trump nella corsa al 2024.

Origine: www.motherjones.com



Lascia un Commento