Alcuni “segni indiretti” di sabotaggio sono stati lasciati dagli autori, ha detto il capo dell’SVR Sergey Naryshkin

Dietro le esplosioni che hanno distrutto i due gasdotti Nord Stream ci sono Washington e Londra, ha detto il capo dei servizi segreti esteri russi (SVR), Sergey Naryshkin.

I collegamenti energetici, costruiti per portare il gas naturale russo direttamente in Germania, sono stati distrutti da autori sconosciuti in una serie di esplosioni nel settembre 2022. Germania, Danimarca e Svezia, che condividono zone economiche nell’area, hanno avviato ciascuna indagini separate dopo aver fallito concordare uno sforzo comune. Il mese scorso, tuttavia, Stoccolma e poi Copenaghen hanno chiuso le loro inchieste.

“Certamente avevamo indizi indiretti su chi è stato. Questi segni indiretti sono stati lasciati dagli stessi autori del reato. Il mosaico si è ricomposto. E questo mosaico punta ovviamente agli autori”, Lo ha dichiarato Naryshkin martedì allo show “Solovyov Live”.

Il presidente russo Vladimir Putin e alti funzionari di Mosca avevano precedentemente affermato che gli Stati Uniti avrebbero avuto più da guadagnare dal sabotaggio e avevano sottolineato l’opposizione pubblica di Washington alla costruzione degli oleodotti. Mosca ha anche accusato l’Occidente di aver ostacolato le indagini.

In una recente intervista con il giornalista americano Tucker Carlson, Putin ha puntato il dito contro la CIA, sostenendo che dietro la distruzione del Nord Stream c’erano gli Stati Uniti. Ha rifiutato di dire quali prove lo abbiano portato a questa conclusione.

PER SAPERNE DI PIÙ:
Il Cremlino commenta dopo che un altro stato dell’UE ha abbandonato l’indagine Nord Stream

Il giornalista investigativo Seymour Hersh ha dichiarato nel febbraio 2023 che, secondo la sua fonte, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ordinato personalmente il bombardamento degli oleodotti. Hersh ha affermato che Biden stava cercando di cementare l’antagonismo della Germania nei confronti della Russia nel conflitto in Ucraina e di garantire la dipendenza a lungo termine dell’UE dall’energia occidentale. La Casa Bianca ha negato l’accusa, ma Putin ha detto di trovare plausibile il ragionamento di Hersh.

Puoi condividere questa storia sui social media:

Origine: www.rt.com



Lascia un Commento