Shannon Stapleton/Pool/Getty

Nota dell’editore: L’articolo seguente è apparso per la prima volta nella newsletter di David Corn, La nostra terra. La newsletter esce due volte a settimana (la maggior parte delle volte) e fornisce storie e articoli dietro le quinte su politica, media e cultura. L’abbonamento costa solo $ 5 al mese, ma puoi iscriverti per una prova gratuita di 30 giorni La nostra terra Qui.

Nel 1935, Sinclair Lewis pubblicò il romanzo Non può succedere qui, che raccontava la storia del fascismo trionfante negli Stati Uniti. Il libro fu una reazione all’ascesa di Hitler e Mussolini in Europa e alla diffusione del populismo demagogico negli Stati Uniti da parte di Huey Long, l’uomo forte governatore della Louisiana, e di padre Charles Coughlin, il popolarissimo predicatore radiofonico antisemita. Nell’universo alternativo di Lewis, un politico di nome Buzz Windrip, che difende i valori “tradizionali” e promette di riportare l’America alla grandezza, sconfigge FDR nelle elezioni presidenziali del 1936 e poi, attraverso un auto-colpo di stato, si impadronisce dei poteri dittatoriali. Crea una forza paramilitare per eseguire i suoi ordini, limita i diritti delle donne e delle minoranze e rinchiude dissidenti e nemici politici nei campi di concentramento. Alla fine, il suo regno porta alla guerra civile. È una storia triste.

Il titolo del suo libro era l’uso corretto dell’ironia (l’espressione di un’idea attraverso un linguaggio che normalmente significa il contrario). Mentre molti americani all’epoca guardavano al fallimento della democrazia in Europa e pensavano che gli Stati Uniti sarebbero stati immuni da tali forze retrograde, Lewis, la cui moglie, la giornalista Dorothy Thompson, aveva riferito sugli sviluppi in Germania (ed era stata la prima giornalista americana a essere espulso dallo Stato nazista), la pensava diversamente.

L’America non ha ceduto all’ondata fascista. Long è stato assassinato. Coughlin è stato costretto a interrompere la trasmissione. L’attacco giapponese a Pearl Harbor e l’entrata degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale portarono alla fine del movimento America First che avrebbe potuto produrre un’alternativa demagogica a Roosevelt. Non è emerso alcun Buzz Windrip.

Oltre otto decenni dopo, il fantasma di Non può succedere qui tormenta la politica americana. Donald Trump è stato spesso paragonato a Windrip, e vari commentatori hanno fatto riferimento al romanzo di Lewis per spiegare la minaccia che il trumpismo rappresenta per la democrazia americana.

Osservando la Conservative Political Action Conference (nota anche come CPAC), tenutasi di recente fuori Washington, DC, la settimana scorsa, ci si può chiedere se sia davvero il momento di riaprire il romanzo di Lewis. In un panel guidato da Steve Bannon, il massimo stratega della destra MAGA condannato (per oltraggio al Congresso) e incriminato (per riciclaggio di denaro), Jack Posobiec, un eminente teorico della cospirazione dell’alt-right, ha dichiarato: “Benvenuti alla fine della democrazia. Siamo qui per rovesciarlo completamente. Non siamo arrivati ​​fino a lì il 6 gennaio, ma cercheremo di sbarazzarcene e di sostituirlo Questo giusto qui.” A quanto pare si riferiva all’avanguardia trumpiana presente nella stanza, e Bannon è intervenuto: “Amen”. Posobiec, uno dei primi promotori della teoria del complotto del Pizzagate che portò a una pericolosa sparatoria in un ristorante di Washington, DC, ha aggiunto: “Tutta la gloria non va al governo. Tutta la gloria a Dio”.

Stavano scherzando? Non sembrava. Altri relatori del CPAC hanno demonizzato coloro che sono al di fuori del regno MAGA. Il governatore Kristi Noem (RS.D.), che aspira a diventare il vicepresidente di Trump, ha dichiarato: “Ci sono due tipi di persone in questo paese in questo momento. Ci sono persone che amano l’America e altre che la odiano”. Stephen Moore, consigliere di Trump, affermato che “una delle organizzazioni di sinistra più malvagie in America è l’AARP”. Da parte sua, Trump, al CPAC, ha affermato che gli Stati Uniti andranno in pezzi se il presidente Joe Biden verrà rieletto. Ha dipinto un bel quadro. Medicare, previdenza sociale e assistenza sanitaria “crolleranno”, insieme all’istruzione pubblica e all’economia. Gli Stati Uniti saranno “affamati di energia”. Hamas si scatenerebbe nelle strade americane. Le armi verranno confiscate e le periferie verranno “distrutte”. Il mercato azionario imploderà. L’America sarà annientata in una guerra mondiale.

Trump e i suoi tirapiedi erano impegnati in un’orgia di disprezzo simile ai “Due minuti di odio” immaginati da Orwell in 1984. E Trump difficilmente stava aprendo nuove strade al CPAC. Mesi fa, ha usato il termine fascista “parassiti” per criticare i suoi nemici politici, e più recentemente si è lamentato del fatto che i migranti “avvelenavano il sangue” degli Stati Uniti.

Questi ultimi sfoghi forniscono ancora più motivi per chiedersi se le preoccupazioni di Lewis non debbano essere aggiornate per il momento. Dopotutto, Trump ha complottato per mantenere il potere illegalmente e ha incitato alla violenza per farlo – e in seguito è rimasto il leader di uno dei due partiti nazionali, è stato sostenuto da decine di milioni di americani e ha buone possibilità di vincere il partito. Elezioni presidenziali del 2024. E ora sta usando la classica retorica fascista e allarmista, e i suoi compagni di culto nel GOP e nel movimento conservatore lo incoraggiano con entusiasmo, dipingendo coloro che non sono d’accordo con loro come nemici dell’America, e minacciando apertamente la democrazia e abbracciando l’autocrazia.

Con tutto ciò che sta accadendo, i miei colleghi di Madre Jones e ho scelto il momento giusto per lanciare un nuovo progetto che chiameremo “It Potere Happen Here”, che produce brevi reportage video sugli ultimi segni di autoritarismo strisciante e sul pericolo che rappresenta per il sistema politico americano. Questi video sono progettati per essere pubblicati su vari siti di social media (Twitter, Threads, Instagram, Facebook e TikTok), dove possono servire come promemoria in breve di ciò che sta accadendo. Ecco i primi che abbiamo pubblicato:

Stiamo ancora risolvendo alcuni bug e modificando la formattazione. (Il produttore dei video, Sam Van Pykeren, è un mago.) Come potete vedere, ognuno include un avvertimento: non vogliamo esagerare la minaccia, ma non vogliamo ignorare i segnali di allarme. È importante non esagerare e non sembrare un Chicken Little. Ma non ignoriamo il vero pericolo che la repubblica si trova ad affrontare: un uomo che ha complottato per sovvertire l’ordine costituzionale è nella posizione di riconquistare il potere, e la sua squadra ha escogitato piani per attuare politiche autoritarie e per iniettare il nazionalismo cristiano nel governo degli Stati Uniti. dovrebbe Trump gestire un ritorno.

Trump arriverebbe fino a Windrip? Giura di deportare milioni di persone, il che richiederebbe enormi campi di detenzione. Ha costantemente promesso che avrebbe perseguito e imprigionato i suoi critici e rivali. Ha detto (scherzando o no) che avrebbe agito come un dittatore solo nel suo primo giorno in carica. Ha minacciato di usare il potere del governo per schiacciare i media che non favorisce. Tutto questo è Windripish. Inoltre, in tutta la terra del MAGA, è facile trovare trumpisti che denigrano la democrazia e progettano soluzioni alternative per dirigere le elezioni. E il giudice della Corte Suprema dell’Alabama, che la settimana scorsa ha emesso un parere in cui afferma che gli embrioni fecondati sono persone – una sentenza che mette in pericolo i trattamenti di fecondazione in vitro – ha affermato che la Bibbia impone che i cristiani conservatori dovrebbero governare sul governo, così come sugli affari, sui media e istruzione.

Coloro che credono in un’America demograficamente diversificata, socialmente e culturalmente tollerante e democratica sarebbero degli sciocchi a chiudere un occhio su questa marea. Per alcuni, mettere in guardia dal fascismo potrebbe sembrare iperbolico. Ma sembra che Trump e il suo team temano di essere descritti come persone in pericolo per la democrazia, poiché sono ricorsi ad attaccare Biden come la vera minaccia per la democrazia. Questa tattica di proiezione/gomma e colla è un buon indicatore, come qualsiasi altro, del fatto che le preoccupazioni sul benessere della democrazia americana nell’era Trump 2.0 sono ben fondate.

“Quando il fascismo arriverà in America, sarà avvolto nella bandiera e porterà una croce”. Questa citazione è spesso attribuita a Lewis, ma non c’è prova che l’abbia mai detta o scritta. Ma la battuta sembra provenire da Lewis, e certamente si applica al momento presente. Di conseguenza, mi aspetto che saremo impegnati con il nostro “It Potere Succede qui”. Potrai vederli se mi segui su Twitter/X (@davidcorndc), Discussioni (@davidcorn1), Instagram (@davidcorn1) o Facebook. Come diciamo in ogni video, se non prestiamo molta attenzione a ciò, può accadere anche qui.

Quello di David Corn Psicosi americana: un’indagine storica su come il partito repubblicano è impazzito, UN New York Times bestseller, è stato pubblicato in una nuova ed ampliata edizione tascabile.



Origine: www.motherjones.com



Lascia un Commento