Michael Swensen/Getty Images/Grist

Questa storia è stata originariamente pubblicata da macinato ed è qui riprodotto come parte del Sportello sul clima collaborazione.

Il governatore democratico del Kentucky, Andy Beshear, è stato definito il “consolatore capo” dello Stato. Ha presieduto un periodo di condizioni meteorologiche estreme nello stato, dai tornado che hanno raso al suolo intere città nelle terre agricole del Kentucky occidentale, alle inondazioni record che hanno spazzato via migliaia di case nei montuosi Appalachi orientali. In tutto questo, gli elettori hanno preso atto che il governatore ha preso l’abitudine di visitare personalmente i luoghi del disastro e di impegnarsi a finanziare il loro recupero.

Ma quando si tratta delle cause profonde dei problemi meteorologici dello stato, Beshear è più tranquillo. “Vorrei potervi dire perché continuiamo a essere colpiti qui in Kentucky”, ha detto in una conferenza stampa dopo le inondazioni. “Non posso dirti il ​​perché, ma so cosa facciamo in risposta.”

Sebbene gli scienziati del clima e i difensori dell’ambiente abbiano tracciato un collegamento tra i disastri e il cambiamento climatico causato dall’uomo, Beshear ha evitato di discutere a lungo l’argomento. Ora è candidato alla rielezione, contro un taglio repubblicano dalla carica del leader della minoranza al Senato Mitch McConnell.

Martedì, gli elettori del Kentucky sceglieranno tra Beshear e lo sfidante Daniel Cameron, il procuratore generale repubblicano dello stato. Beshear, un democratico, ha sconvolto il convinto repubblicano (e negazionista del clima) Matt Bevin nel 2019 in uno stato profondamente rosso che è ancora principalmente controllato da esponenti della destra a livello locale e nel legislatore statale. Cameron, che si è espresso a più riprese contro la regolamentazione ambientale, lancia un appello per un ritorno all’egemonia repubblicana. Poiché lo stato è stato colpito dal disastro climatico e rimane politicamente invischiato con l’industria del carbone, Beshear ha seguito una linea attenta, che a volte appare contraddittoria, al fine di mantenere forti i suoi numeri nei sondaggi.

Beshear è tra i governatori democratici più popolari del paese e attualmente nei sondaggi è appena davanti a Cameron. Ha accettato l’appoggio del sindacato United Mine Workers e degli operatori di miniere di carbone di alto profilo, e ha evitato l’appoggio dei principali gruppi ambientalisti che normalmente potrebbero sostenere un candidato democratico. Ha riconosciuto che il cambiamento climatico è reale, ma in uno stato che una volta era al terzo posto nel paese per la produzione di carbone, collegare i combustibili fossili specificamente al cambiamento climatico può essere complicato.

Il Kentucky ha registrato un calo del 65% nella produzione di carbone tra il 2013 e il 2022, e il Kentucky orientale si sta riprendendo dal rapido declino del settore e dai conseguenti licenziamenti e fallimenti. Ciononostante, il carbone ha ancora un significato culturale ed esercita un’influenza economica sullo stato. Ci sono ancora molte miniere di carbone attive sia nell’est che nell’ovest, e lo stato è ancora uno dei primi cinque stati che bruciano carbone.

Non è chiaro quali azioni un Beshear rieletto, o Cameron, intraprenderebbero per accelerare la transizione verso l’energia pulita. Si è scoperto che il Kentucky è “ultimo” nella corsa alla decarbonizzazione, molto indietro rispetto ad altri stati nella produzione eolica e solare. Entrambi i candidati sostengono un approccio all’energia “tutto quanto sopra”. Beshear, unico tra i governatori democratici, all’inizio di quest’anno ha rifiutato milioni di soldi in fondi dell’Inflation Reduction Act per la mitigazione del clima, affermando che le città del Kentucky potrebbero ancora accettare i fondi.

Sebbene tutti i comuni dello stato siano ammissibili, il trasferimento potrebbe lasciare indietro le comunità rurali con meno risorse, poiché l’applicazione può essere ardua. Nel 2021, Beshear e il Gabinetto statale per l’energia e l’ambiente hanno presentato un programma chiamato “E3”, che elenca gas e petrolio come parti essenziali di un portafoglio energetico diversificato, non si impegna verso la decarbonizzazione e non menziona nemmeno una volta il cambiamento climatico. L’ultimo piano d’azione sul clima del Kentucky è stato creato nel 2011 da Steve Beshear, l’ultimo governatore democratico dello stato e padre di Andy Beshear.

Quando si parla di transizione energetica, Beshear tende a concentrarsi su qualcosa che potrebbe essere più tangibile per i suoi elettori: il lavoro. Comunicati stampa dal centro amministrativo sul tasso di disoccupazione record del Kentucky e pubblicizzano migliaia di potenziali posti di lavoro nel settore dei veicoli elettrici dello stato.

Lane Boldman, direttore esecutivo di un gruppo di difesa bipartisan chiamato Kentucky Conservation Committee, afferma che negli stati rossi come il Kentucky, è fondamentale per i leader democratici mantenere l’attenzione lontana da argomenti controversi che potrebbero provocare una reazione negativa negli elettori. “Penso che sia una questione di linguaggio che usi, rispetto a quali sono le tue azioni sul campo”, ha detto Boldman.

Boldman ha sottolineato i recenti investimenti nel solare su larga scala nelle miniere abbandonate del Kentucky orientale e i nuovi impianti di batterie per veicoli elettrici previsti per la costruzione in tutto lo stato, come prova dei progressi sotto l’amministrazione Beshear. Ha inoltre osservato che l’amministrazione sta cercando finanziamenti separati nell’ambito della legge sulla riduzione dell’inflazione per lo sviluppo della forza lavoro nel settore dell’efficienza energetica. Un rapporto ha mostrato che la forza lavoro del settore dell’energia pulita del Kentucky è cresciuta più velocemente di quella di qualsiasi altro settore nello stato nel 2022. Se Beshear vuole vincere, ha detto Boldman, è meglio tenere la testa bassa quando si tratta di parlare di cambiamento climatico.

“Le azioni che sta intraprendendo sono, penso, piuttosto favorevoli all’ambiente per uno stato in cui la politica è molto, molto conservatrice”, ha detto.

Origine: www.motherjones.com



Lascia un Commento