Gli anni 2010 annoiavano testimone di un decennio di massicce proteste globali, dagli eventi sismici della Primavera Araba alla nascita di Occupy Wall Street e al fervore del Movimento degli Ombrelli a Hong Kong. Ma quali risultati tangibili sono emersi da questi movimenti appassionati?

Questa settimana su Deconstructed, Ryan Grim è affiancato da Vincent Bevins, un corrispondente estero veterano e autore di “If We Burn: The Mass Protest Decade and the Missing Revolution”. Bevins e Grim discutono della Primavera Araba e delle manifestazioni di massa contro l’austerità in Brasile, ed esaminano la realtà inquietante secondo cui, in numerosi casi in varie nazioni, le condizioni sono rimaste stagnanti o hanno preso una svolta più repressiva. Bevins descrive in dettaglio come forze più organizzate e, spesso, più autoritarie – che vanno dai gruppi organizzati ai governi – siano state abili nel sfruttare i disordini, cooptarli e reprimere spietatamente questi movimenti fiorenti.

Trascrizione in arrivo.

Origine: theintercept.com



Lascia un Commento