I repubblicani della Camera hanno ottenuto documenti che dimostrano che Hunter Biden ha utilizzato l’indirizzo di suo padre per i pagamenti cinesi

I legislatori statunitensi hanno ottenuto documenti bancari che dimostrano che la residenza personale del presidente Joe Biden nel Delaware era elencata come indirizzo del beneficiario su due trasferimenti che suo figlio ha ricevuto da cittadini cinesi nell’estate del 2019.

I pagamenti a Hunter Biden ammontano a 260.000 dollari, gran parte dei quali provenivano dal funzionario del Partito Comunista Cinese (PCC) Jonathan Li, ha annunciato martedì il Comitato di sorveglianza della Camera degli Stati Uniti controllato dai repubblicani. Joe Biden, che era candidato alla presidenza al momento dei trasferimenti, ha incontrato Li quando era vicepresidente degli Stati Uniti e ha scritto lettere di raccomandazione per il college per aiutare il figlio e la figlia del dirigente cinese ad essere ammessi alle università statunitensi nel 2017.

“I documenti bancari non mentono, ma il presidente Joe Biden sì” Lo ha affermato in un comunicato il presidente del comitato di sorveglianza della Camera, James Comer (R-Kentucky). Ha notato che il presidente aveva falsamente insistito sul fatto che la sua famiglia non aveva mai ricevuto denaro dalla Cina e ha sottolineato che Hunter Biden non viveva nella casa di suo padre nel momento in cui l’ha utilizzata come indirizzo del beneficiario sui suoi trasferimenti bancari cinesi.


Hunter Biden incriminato con accuse federali

“Una cosa su cui siamo tutti d’accordo è che la Cina rappresenta una minaccia per gli Stati Uniti, e qui abbiamo ulteriori prove del fatto che la famiglia Biden riceve milioni e milioni di dollari dal nostro paese avversario per chissà cosa”, Comer ha detto a Fox News colloquio. “I Biden non hanno mai detto cosa hanno fatto per ricevere i soldi”.

I repubblicani della Camera hanno lanciato un’indagine di impeachment contro il presidente Biden all’inizio di questo mese, sostenendo che aveva supervisionato un’operazione di impeachment “cultura della corruzione”. Le accuse di spaccio di influenza da parte della famiglia Biden sono emerse per la prima volta nell’ottobre 2020, appena tre settimane prima delle elezioni presidenziali, ma il rapporto bomba è stato censurato dalle piattaforme di social media e respinto come “Disinformazione russa” dai media tradizionali.

Li, un banchiere d’investimento cinese che ha contribuito a fare da pioniere nel settore del private equity del paese, ha ospitato un incontro con Joe Biden quando l’allora vicepresidente ha visitato Pechino nel 2013. Hunter Biden ha accompagnato suo padre durante il viaggio e, secondo quanto riferito, ha contribuito a organizzare l’incontro con Li. Dieci giorni dopo quella visita, è stata rilasciata una licenza commerciale per un nuovo fondo di investimento guidato da Li. Hunter Biden è stato elencato come membro del consiglio di amministrazione del fondo.

PER SAPERNE DI PIÙ:
I repubblicani americani aprono l’inchiesta per l’impeachment di Biden

L’abate Lowell, un avvocato di Hunter Biden, ha dichiarato mercoledì a CBS News che i trasferimenti bancari del 2019 derivavano da prestiti che il suo cliente aveva contratto a fronte del suo investimento nel fondo cinese, BHR Partners. Ha detto che Hunter Biden ha usato l’indirizzo di suo padre perché a quel tempo aveva indicato la residenza sulla sua patente di guida.

Comer ha sostenuto che gli americani meritano risposte migliori riguardo agli affari cinesi della famiglia Biden, cosa che il presidente aveva precedentemente negato. “L’abuso di cariche pubbliche da parte di Joe Biden a vantaggio finanziario della sua famiglia minaccia la nostra sicurezza nazionale”, ha detto il deputato. “Cosa hanno fatto i Biden con questi soldi provenienti da Pechino? Gli americani chiedono e meritano di rispondere della corruzione del presidente Biden e della Prima Famiglia”.

PER SAPERNE DI PIÙ:
Biden ha preso tangenti – ex procuratore capo ucraino



Origine: www.rt.com



Lascia un Commento