L’avvertimento è arrivato durante una grande protesta davanti al consolato del Paese a Istanbul

Martedì Israele ha consigliato ai suoi cittadini di lasciare immediatamente la Turchia, citando la crescente minaccia di attacchi terroristici durante l’indignazione diffusa per l’attacco missilistico mortale contro un ospedale nella Striscia di Gaza.

Il Consiglio di Sicurezza Nazionale (NSC) ha alzato l’allerta per i viaggi in Turchia al livello più alto nel suo sistema di allerta a quattro livelli. “Dati gli eventi recenti, c’è preoccupazione per la crescente motivazione degli attori terroristici e degli assalitori solitari a prendere di mira gli israeliani in vari paesi del mondo”, ha affermato l’NSC in un comunicato diffuso dai media israeliani.

L’NSC ha inoltre innalzato il livello di rischio per il Marocco al livello 2 “alla luce del panorama delle minacce in evoluzione”, e ha ribadito l’invito ad evitare “non essenziale” viaggi nei paesi arabi e negli stati confinanti con l’Iran, “evidenziando in particolare Giordania, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Azerbaigian”.

L’avviso è stato diffuso mentre migliaia di persone si sono radunate per protestare davanti al consolato israeliano a Istanbul, in seguito alla notizia che un attacco missilistico su un ospedale nella Striscia di Gaza aveva ucciso circa 500 palestinesi. I video pubblicati sui social media mostrano che alcuni manifestanti hanno lanciato fuochi d’artificio contro l’edificio del consolato, si sono arrampicati sulla recinzione e hanno tentato di dare fuoco all’edificio.


Israele e palestinesi si scambiano la colpa per lo sciopero mortale degli ospedali

Sebbene i funzionari palestinesi abbiano subito incolpato Israele per l’attacco, l’IDF e il primo ministro Benjamin Netanyahu hanno affermato che l’ospedale è stato distrutto da un razzo lanciato da uno dei gruppi militanti palestinesi.

Lo sciopero, tuttavia, ha suscitato una diffusa condanna in tutto il mondo arabo e oltre. Amman ha risposto alla tragedia annullando bruscamente il vertice previsto per mercoledì tra i leader di Stati Uniti, Giordania, Egitto e Autorità Palestinese.

Israele ha condotto attacchi di ritorsione su Gaza dopo che Hamas e gruppi militanti alleati hanno effettuato un attacco a sorpresa contro le città israeliane il 7 ottobre.

Puoi condividere questa storia sui social media:

Origine: www.rt.com



Lascia un Commento