La notizia degli imminenti attacchi contro i siti Houthi è trapelata alla stampa britannica poche ore prima che iniziassero

I funzionari americani sono furiosi per la divulgazione ai media britannici della decisione di effettuare attacchi nello Yemen, riferisce il Telegraph con citazione di una persona a conoscenza della questione.

Secondo il rapporto, il primo ministro britannico Rishi Sunak ha preso la decisione di dare il via libera all’operazione militare durante una riunione urgente di gabinetto giovedì intorno alle 11 ora locale. Di solito, tali attacchi vengono annunciati ufficialmente solo dopo che gli attentatori sono tornati alle loro basi.

Tuttavia, la notizia dell’incontro e del suo ordine del giorno è trapelata presto al Times, che ha riferito che il Regno Unito e gli Stati Uniti avrebbero avviato gli attacchi “entro poche ore.”

L’esercito americano “hanno espresso frustrazione nei confronti delle loro controparti”, il Telegraph lo ha citato “ben piazzato” fonte come dice. Il giornale aggiungeva che il governo britannico aveva cercato di determinare come fossero trapelate le informazioni sensibili. La fonte ha descritto la reazione dei funzionari come “profonda delusione”.


Hanno sfidato gli Stati Uniti, Israele e l'Arabia Saudita e promettono

Gli Stati Uniti non hanno commentato pubblicamente le notizie relative alla preparazione degli attacchi. Il segretario alla Difesa britannico Grant Shapps ha detto venerdì al Telegraph che lo era “non sono a conoscenza di alcuna frustrazione a Washington”.

Durante gli attacchi di giovedì, gli alleati hanno colpito siti legati alla produzione di droni e missili utilizzati dagli Houthi per attaccare le navi commerciali attraverso la vitale rotta del Mar Rosso, ha detto la Casa Bianca. Secondo il Comando Centrale degli Stati Uniti, il giorno successivo un cacciatorpediniere americano lanciò separatamente missili da crociera Tomahawk contro un impianto radar.

Gli Houthi – un gruppo islamico sciita che controlla gran parte dello Yemen dalla metà degli anni 2010 – hanno promesso di continuare gli attacchi contro “Legato a Israele” navi mercantili finché Israele non porrà fine alla guerra in corso contro Hamas nella Striscia di Gaza.

Puoi condividere questa storia sui social media:

Origine: www.rt.com



Lascia un Commento