Un controverso copwatcher, le cui tattiche non ortodosse gli hanno procurato un fedele seguito su YouTube, ma lo hanno anche coinvolto in problemi legali che alla fine lo hanno portato in prigione, è stato incriminato con nuove accuse federali per aver compiuto minacce interstatali.

Eric Brandt, un prolifico promotore di cause legali e difensore dei diritti del Primo Emendamento, nonché ex tecnico sottomarino della Marina, è stato accusato da un gran giurì federale in Louisiana di aver violato una legge federale che proibisce le minacce interstatali. Una copia dell’atto di accusa, ottenuta da TRNN, elenca la data del reato nel dicembre 2019 ma non fornisce ulteriori dettagli.

Le accuse furono depositate presso il tribunale federale del distretto orientale della Louisiana nell’agosto del 2023.

Brandt sta attualmente scontando il resto della sua condanna a 12 anni per aver minacciato tre giudici di Denver. Recentemente è stato trasferito al Delta Correctional Center, una struttura di minima sicurezza in Colorado.

Abade Irizarry, un collega poliziotto noto come Liberty Freak, ha detto che Brandt è stato trasferito a Delta a causa del suo buon comportamento.

“Il Delta Correctional Facility è poco prima del centro di accoglienza”, ha detto Irizarry a TRNN. “Ha detto che è stato trattato con dignità e rispetto, lì lo rispettano”.

Irizarry ha aggiunto che Brandt era sul punto di essere rilasciato, un fatto, ha detto, che sta sollevando il sospetto tra i sostenitori di Brandt che l’accusa fosse stata pianificata per tenerlo in prigione.

Irizarry ha aggiunto che Brandt era sul punto di essere rilasciato, un fatto, ha detto, che sta sollevando il sospetto tra i sostenitori di Brandt che l’accusa fosse stata pianificata per tenerlo in prigione.

“Era a due settimane da un centro di accoglienza”, ha detto Irizarry.

Sebbene le autorità non siano state disponibili con i dettagli sull’incidente che ha fatto precipitare le accuse, Irizarry ha detto che Brandt ha pubblicato un video nel dicembre del 2019 in cui raccontava di aver chiamato la polizia della parrocchia di St. Charles, in Louisiana, e di aver detto a una persona che aveva risposto al telefono di sparare a un agente. .

Le chiamate di Brandt alla polizia della parrocchia di St. Charles erano in risposta a un live streaming pubblicato dal collega poliziotto James Freeman.

Freeman era in campeggio in un parco federale quando un ranger gli ordinò di spostarsi. Il popolare copwatcher ha detto che avrebbe obbedito durante le riprese dell’incontro. Fu chiamata la polizia e Freeman fu arrestato.

Le autorità non hanno confermato se il video fosse correlato all’accusa.

Brandt è un veterano della Marina che è diventato una personalità di YouTube raccontando il suo attivismo, spesso a ruota libera e conflittuale.

Brandt ha detto a TRNN di aver iniziato a sfidare la polizia dopo aver lasciato volontariamente la sua casa per mostrare solidarietà alle persone senza casa che venivano molestate dalla polizia. I primi video che Brandt ha pubblicato su YouTube, che lo hanno spinto a diventare una voce critica nel movimento del copwatching, lo raffiguravano mentre affrontava i poliziotti di Denver che suonavano intenzionalmente il clacson per svegliare le persone che dormivano per strada.

Denver ha una popolazione cronicamente senza casa, il risultato di affitti alle stelle e di un approccio disomogeneo alla costruzione di alloggi a prezzi accessibili. Un’istantanea della popolazione senza casa della regione metropolitana di Denver nel 2023 ha rilevato che circa 9.000 persone vivevano per strada ogni notte.

Brandt ha detto che il maltrattamento dei senza alloggio da parte della polizia lo ha spinto ad adottare tattiche più conflittuali. Ciò includeva l’uso di quelle che chiamava le “otto lettere magiche” o “fottuti poliziotti”), che spesso mostrava su cartelli colorati che pubblicizzava agli angoli delle strade o davanti al municipio.

I primi video che Brandt ha pubblicato su YouTube, che lo hanno spinto a diventare una voce critica nel movimento del copwatching, lo raffiguravano mentre affrontava i poliziotti di Denver che suonavano intenzionalmente il clacson per svegliare le persone che dormivano per strada.

Tuttavia, il suo uso di buffonate stravaganti e dirompenti è aumentato, culminando in una serie di minacce di morte rivolte a diversi giudici di Denver, che hanno portato ad accuse che hanno portato ad una condanna a 12 anni nell’aprile 2021.

Brandt è stato caratterizzato dai media mainstream come una stranezza abrasiva i cui video pieni di sfoghi meritavano accuse penali e il carcere. Ma i suoi sostenitori dicono che il suo attivismo è più sfumato di quanto suggeriscano queste rappresentazioni caricaturistiche, e nonostante tutte le polemiche che le sue tattiche hanno suscitato, i suoi sforzi hanno portato a riforme sostanziali.

Ad esempio, Brandt è riuscito a imporre un cambiamento all’interno delle forze dell’ordine.

Nel 2018, ha citato in giudizio il dipartimento di polizia di Englewood dopo che lo avevano arrestato per un tatuaggio che mostrava un dito medio sull’avambraccio, decorato con il suo caratteristico motto “Fuck Cops”.

Quello di Brandt per te la causa ha portato a un accordo di $ 30.000 per la formazione su Brandt e sul Primo Emendamento per il dipartimento di polizia di Englewood e la prima istituzione di telecamere indossabili.

“Lo chiamo il mio tatuaggio da $ 30.000”, ha detto Brandt Rapporto sulla responsabilità della polizia in un’intervista nel 2021.

Lo scorso novembre, il consiglio comunale di Denver ha accettato di pagare a Brandt 65.000 dollari per risolvere una causa sul suo arresto nel 2018 per aver gridato “Niente giustizia? Nessuna pace! Al diavolo la polizia di Denver!» nel centro commerciale della 16th Street.

Ha anche preso parte a una causa innovativa che ha stabilito il diritto di filmare la polizia nel 10° circuito federale. Brandt e Irizarry hanno intentato una causa, iniziata con una semplice sorveglianza da parte della polizia di una fermata DUI a Lakewood, in Colorado, nel 2020.

L’incontro tra i due è stato pacifico fino all’arrivo sul posto di un altro agente, non coinvolto nel fermo: l’agente Yehia. Yehia si è spostato di proposito davanti alle loro telecamere, ha puntato una luce sui loro volti e poi ha guidato la sua macchina nella direzione di Brandt usando ripetutamente il clacson.

Irizarry e Brandt hanno intentato una causa per tesostenendo che le azioni dell’ufficiale hanno interferito con il loro diritto alla registrazione.

Dopo che un tribunale distrettuale federale ha stabilito che l’ufficiale non poteva essere ritenuto responsabile a causa dell’immunità qualificata, diversi gruppi di difesa si sono uniti alla causa con la speranza che fosse un caso di prova per stabilire il diritto di filmare la polizia.

La Electronic Frontier Foundation, il Cato Institute e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti sono state tra le organizzazioni che hanno presentato amicus brief per loro conto. Alla fine, la Corte d’Appello della 10a Circoscrizione ha stabilito che l’ufficiale avrebbe dovuto sapere che era stato stabilito il diritto alla registrazione e ha rinviato il caso al tribunale distrettuale per un processo.

[Brandt] faceva anche parte di una causa innovativa che stabiliva il diritto di filmare la polizia nel 10° Circuito federale.

I querelanti hanno recentemente patteggiato per $ 35.000.

Le attuali accuse federali contro Brandt richiedono che compaia davanti a un magistrato federale entro il 15 aprile 2024. Da allora Brandt è stato messo in isolamento ed è in attesa di essere trasportato in Louisiana. Secondo l’atto di habeas corpus esaminato da TRNN, Brandt rimarrà in custodia federale finché il caso non sarà risolto.

Nonostante la battuta d’arresto per Brandt, Irizarry ha detto a TRNN di essere fiducioso che il colorato attivista e collega poliziotto prevarrà.

“È un duro”, ha detto Irizarry, “non si tira mai indietro. È lui che ci solleva il morale ed è in prigione.

Questa storia fa parte del progetto TRNN copertura del fenomeno noto come cop watching: attivisti di YouTube e giornalisti partecipativi che filmano la polizia e spingere per la riforma delle forze dell’ordine in tutto il paese.

Ripubblica i nostri articoli gratuitamente, online o su carta stampata, sotto una licenza Creative Commons.

Origine: https://therealnews.com/controversial-colorado-cop-watcher-who-prompted-groundbreaking-legal-precedent-indicted-federally



Lascia un Commento