Matt Gaetz e Nancy Mace

Matt Gaetz e Nancy Mace stanno finendo gli amici.J. Scott Applewhite/AP

Combatti la disinformazione: iscriviti gratuitamente Madre Jones quotidiano newsletter e segui le notizie che contano.

Le cose stanno diventando selvagge sull’account Twitter di Nancy Mace.

La deputata della Carolina del Sud – un’alleata di Trump che una volta raccontò l’unica battuta divertente sul 6 gennaio – è stata uno degli otto repubblicani che hanno votato con i democratici qualche settimana fa per rimuovere il presidente della Camera Kevin McCarthy. Lei allora aiutato a uccidere La candidatura del leader della maggioranza alla Camera Steve Scalise (R-La.) per la carica più importante, notando (abbastanza ragionevolmente!) che “non poteva in buona coscienza” ignorare il discorso di Scalise del 2002 a un pubblico che includeva i partecipanti a una “conferenza della supremazia bianca”. Invece, Mace ha sostenuto il collega lanciafiamme di destra Jim Jordan, i cui tentativi falliti di diventare portavoce si sono finalmente conclusi (almeno per ora) venerdì.

Niente di tutto ciò ha reso Mace caro alla maggior parte dei suoi colleghi repubblicani. Giovedì sera, ad esempio, il rappresentante Greg Murphy (RN.C.) richiesto che Mace si scusa “per aver causato questo pasticcio” dopo che Mace ha esortato i suoi colleghi a continuare a votare finché Jordan in qualche modo non avesse prevalso. Murphy ha quindi proceduto a bloccare Mace su Twitter, spingendolo a farlo twittare—e non me lo sto inventando—”Che [cat emoji].”

“Questo è esattamente ciò che non va in questo posto”, ha scritto Mace in a tweet separato riguardo a Murphy, “troppi uomini qui senza palle…” Murphy, rifiutandosi di essere surclassato, ha risposto la mattina dopo: “Ho avuto la fortuna di essere un chirurgo per 35 anni e di aver salvato migliaia di vite sia in lei che all’estero. Oh, li ho presi. E sono reali…”

È stato in questo calderone vorticoso di palline ed emoji di gatti che Mace, presumibilmente in collaborazione con gli altri sette repubblicani che avevano votato per estromettere McCarthy, ha lasciato cadere uno dei documenti politici più assurdi che abbia mai visto. “Noi manteniamo le nostre azioni”, hanno dichiarato venerdì, dopo che Jordan ha perso il suo terzo voto consecutivo. Ma, hanno aggiunto con coraggio, sarebbero disposti ad accettare «la censura, la sospensione o l’esclusione dall’istituzione [GOP] Conference” se i loro colleghi accettassero di nominare relatore la Giordania.

Sorprendentemente, nemmeno l’elenco dei firmatari di questa lettera era accurato. Uno dei repubblicani anti-McCarthy, il deputato Ken Buck del Colorado, ha rifiutato apertamente di sostenere la Giordania a causa del rifiuto di Jordan di riconoscere che Joe Biden ha vinto le elezioni del 2020. Buck immediatamente ha detto ai giornalisti che non aveva niente a che fare con la lettera. (Anche Mace una volta era una critica schietta delle bugie elettorali di Trump, ma questo non le ha impedito di sostenere la Giordania.)

Il che ci porta a sabato pomeriggio, quando il rappresentante Tom McClintock ha pubblicato un terribilmente sarcastico risposta a Mace e ai suoi amici (incluso, forse ingiustamente, Buck). “Cari colleghi ribelli”, ha esordito il repubblicano della California. “La vostra lettera del 20 ottobre, in cui vi offrite gentilmente di martirizzare finché riuscite a ottenere ciò che volete, è forse l’atto più altruista della storia americana”.

McClintock va avanti così per otto paragrafi, prima di concludere: “Ti suggerisco modestamente di pianificare il tuo martirio nell’unico modo che conta veramente: avere la saggezza di vedere il danno che hai fatto al nostro Paese e avere il coraggio di rimettere le cose a posto prima che sia troppo tardi”.

Leggi tutto qui sotto:



Origine: www.motherjones.com



Lascia un Commento