Michael Wyke/AP

Combatti la disinformazione: iscriviti gratuitamente Madre Jones quotidiano newsletter e segui le notizie che contano.

La settimana scorsa, La Barbers High School di Mont Belvieu, in Texas, dopo aver somministrato più di 40 giorni di sospensione scolastica al diciottenne Darryl George per la lunghezza dei suoi dreadlock, lo ha rimosso dalle lezioni e lo ha iscritto a un programma disciplinare. Dal 12 ottobre, George, che ha intentato una causa contro le autorità distrettuali e statali, frequenta l’Eagle Positive Intervention Center, o EPIC, una “scuola alternativa” i cui partner aziendali includono la catena di fast food Sonic, Dick’s Sporting Goods e Amazon. .

Tra le tante domande che ho in mente, una spicca davvero: in che modo penalizzare questo adolescente dovrebbe favorire la sua istruzione? Secondo i sostenitori della giustizia razziale e dell’istruzione, non è così, e potrebbe benissimo danneggiare i suoi voti e il suo futuro come studente: solo un esempio di un problema molto più ampio che colpisce molti giovani neri oggi.

“Punirlo per i suoi capelli non lo aiuta affatto”, mi ha detto la professoressa di educazione della Columbia University Bettina Love. “Alla fine, come dovrebbe sentirsi questo giovane riguardo alla sua scuola? Come dovrebbe sentire che questo posto è sicuro per lui e lo apprezza?

Come dice la mia collega Nia T. Evans e io abbiamo esplorato in una recente intervista con Love, le politiche discriminatorie come quelle della Barbers High School non sono progettate per aiutare gli studenti emarginati a prosperare. Invece li costringono a conformarsi al candore. Ma la discriminazione insita in queste regole non è il punto in cui finiscono i pregiudizi contro gli studenti neri. In definitiva, queste punizioni mirate possono avere effetti devastanti sul rendimento scolastico degli studenti neri e causare danni a lungo termine al loro rapporto con l’istruzione.

Uno studio dell’Università di Pittsburgh del 2021, promosso dall’American Psychological Association, ha rilevato che non solo gli studenti neri venivano citati più spesso per infrazioni minori, come violazioni del codice di abbigliamento, rispetto ai loro colleghi bianchi, ma che erano più propensi a denunciare “una scuola sfavorevole” clima” l’anno successivo, con conseguenti voti inferiori. Un altro studio sulla rivista Scienza psicologica ha scoperto che gli studenti che subiscono punizioni a scuola hanno maggiori probabilità di abbandonare gli studi e di affrontare l’incarcerazione.

“Non abbiamo bisogno di sorvegliare i corpi dei bambini. Questa è la scuola, dove i bambini dovrebbero essere in grado di esprimere se stessi, compresi vestiti e capelli”, ha detto Love. “Che cosa hanno a che fare queste politiche con il miglioramento dei punteggi in lettura o in matematica? Niente male.”

Quando si tratta di migliorare il trattamento degli studenti neri nel sistema scolastico del Paese, ci sono diversi punti da cui iniziare. Come Love ha affermato in precedenza:

“Il numero uno è l’assunzione di educatori neri. Ci sono buoni dati dell’Università americana che dicono che se sei uno studente nero proveniente da una famiglia a basso reddito e hai due insegnanti neri alle elementari, la probabilità che ti diplomi aumenta del 32%. È importante poter avere un insegnante che ti somiglia. Abbiamo bisogno di un vero reclutamento di insegnanti neri. Dobbiamo anche mobilitare i genitori neri. Abbiamo alcune persone potenti che cambiano il corso dell’istruzione pubblica in questo Paese e abbiamo bisogno che i genitori – tutti i genitori – capiscano cosa sta succedendo”.

Nel frattempo, consiglia agli studenti emarginati che affrontano intolleranze nelle loro scuole di rivolgersi ad adulti fidati e ai loro stessi coetanei per ricevere rassicurazione e sostegno mentre combattono contro i sistemi razzisti. Ma la responsabilità di eliminare in primo luogo le politiche discriminatorie ricade sui distretti scolastici.

“Un bambino non dovrebbe avere la sensazione che il luogo in cui è stato incaricato di andare non dia valore a lui o alla sua cultura”, ha detto Love. “Non puoi imparare in questo modo e non dovresti farlo.”

Origine: www.motherjones.com



Lascia un Commento