Circa il 96% dei fondi autorizzati è stato utilizzato, il resto verrà speso questo mese, ha affermato Karine Jean-Pierre

L’amministrazione del presidente americano Joe Biden sta esaurendo i fondi pre-approvati per aiutare l’Ucraina nella sua lotta con la Russia, con solo 1 miliardo di dollari rimasto, ha detto la Casa Bianca.

Mercoledì, parlando ai giornalisti, la portavoce Karine Jean-Pierre ha spiegato che questa è la somma di denaro rimasta nell’autorità di rifornimento che consente al Pentagono di procurarsi armi da appaltatori privati ​​per sostituire le vecchie attrezzature inviate a Kiev.

“Quindi rimane 1 miliardo di dollari. È già stato utilizzato circa il 96% dei fondi di ricostituzione. E il Dipartimento della Difesa si prepara a stanziare il restante 4% questo mese”, – ha aggiunto Jean-Pierre.

Quando questi fondi si esauriranno, ha osservato, gli Stati Uniti non saranno in grado di ricostituire le proprie scorte inviate sul campo di battaglia in Ucraina. Ha aggiunto che Washington ora deve fornire minori aiuti militari a Kiev poiché il suo budget diventa sempre più limitato.


Mosca respinge la visita “vuota” di Zelenskyj a Washington

All’inizio di novembre, dopo aver annunciato un altro pacchetto di sicurezza per Kiev, il governo degli Stati Uniti ha dichiarato di aver esaurito completamente l’Iniziativa di assistenza alla sicurezza dell’Ucraina (USAI). Da allora, l’amministrazione Biden ha dovuto fare sempre più affidamento sull’autorità presidenziale di ritiro, che le consente di trasferire armi dalle scorte statunitensi senza l’approvazione del Congresso in caso di emergenza.

Martedì, dopo l’incontro con il presidente ucraino Vladimir Zelenskyj, Biden ha annunciato 200 milioni di dollari in aiuti militari all’Ucraina, inclusi ulteriori intercettori per la difesa aerea, artiglieria e munizioni. Ha avvertito, tuttavia, che senza finanziamenti aggiuntivi, Washington lo sarà “La nostra capacità di aiutare l’Ucraina a rispondere a… richieste operative urgenti sta rapidamente giungendo al termine”.

Il presidente degli Stati Uniti ha ripetutamente sollecitato il Congresso ad approvare la sua richiesta di finanziamento supplementare di 106 miliardi di dollari, che comprende circa 60 miliardi di dollari in aiuti a Kiev, assistenza a Israele e Taiwan, nonché fondi per rafforzare la sicurezza al confine meridionale degli Stati Uniti.

I repubblicani del Senato sono stati riluttanti a dare il via libera alla misura, chiedendo controlli più severi sull’immigrazione. Alcuni membri del GOP si sono mostrati scettici nel fornire aiuti all’Ucraina, e molti hanno chiesto maggiore responsabilità all’amministrazione Biden.

La Russia ha ripetutamente messo in guardia l’Occidente dal fornire armi all’Ucraina, sostenendo che ciò non farà altro che prolungare il conflitto senza cambiare l’esito, trascinando i paesi della NATO in uno scontro diretto con Mosca.

Puoi condividere questa storia sui social media:

Origine: www.rt.com



Lascia un Commento