Serie Houses of Parliament (Monet) – Pubblico dominio

Il partito conservatore del primo ministro Rishi Sunak nel Regno Unito ha subito gravi battute d’arresto in tre elezioni suppletive il 20 luglio 2023. A Selby e Ainsty, nel nord dell’Inghilterra, il principale partito laburista di opposizione ha ribaltato una maggioranza conservatrice di oltre 20.000 per vincere il seggio di circa 4.000 voti. Il vincitore laburista è stato Keir Mather, che a 25 anni è diventato il deputato più giovane alla Camera dei Comuni. Nel collegio elettorale dell’Inghilterra meridionale di Somerton e Frome, la candidata liberaldemocratica Sarah Dyke ha ribaltato una maggioranza di 19.000 conservatori e ha vinto con un margine ancora maggiore di 11.000 voti. E a Uxbridge e South Ruislip nella Greater London, il collegio elettorale dell’ex primo ministro Boris Johnson, il candidato del partito di governo Steve Tuckwell ha tenuto a malapena il seggio, vincendo con meno di 500 voti.

Questi risultati sono arrivati ​​sullo sfondo di sondaggi d’opinione a livello nazionale che mostravano i conservatori al governo almeno del 15% dietro l’opposizione laburista. Solo quattro anni prima, Boris Johnson aveva portato i conservatori a una maggioranza di 80 seggi nelle elezioni generali del 2019, promettendo di “ottenere la Brexit fatta”. Ora Johnson è colpevole di oltraggio per aver mentito al Parlamento in un’indagine del Comitato Privilegi della Camera dei Comuni con la maggioranza del suo stesso partito. Johnson si è dimesso mentre il rapporto stava per essere pubblicato. È stata una sorprendente caduta in disgrazia per un leader che milioni di ammiratori pensavano non potesse sbagliare.

Per quanto il primo ministro Sunak e il suo governo continuino a celebrare il successo dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, la gente non ne è impressionata. L’uscita dall’UE che circonda il Regno Unito ha causato attriti negli scambi con il blocco. La pandemia di COVID ha colpito duramente il paese. Dopo la guerra della Russia contro l’Ucraina e gli alti prezzi dell’energia, il costo della vita per la maggior parte dei britannici ha raggiunto proporzioni di crisi, peggiori che in altri paesi industrializzati. L’economia britannica sta ristagnando, evitando a malapena una recessione secondo la sua definizione ufficiale. L’inflazione ei tassi di interesse sono aumentati, così come i prezzi del cibo e dell’energia, costringendo alcuni consumatori a tagliare o utilizzare i loro risparmi in calo.

Centinaia di migliaia di lavoratori di altri paesi europei sono tornati a casa o si sono trasferiti in altri paesi. Mancano medici, infermieri, operatori sanitari, muratori e raccoglitori di frutta. La stagnazione economica mantiene la disoccupazione interna intorno al 4%, una cifra di cui il governo si vanta. Ma nasconde il fatto che in queste cifre dei disoccupati non sono comprese le persone che non cercano più lavoro per età o malattia. Molti hanno semplicemente rinunciato.

L’indebitamento nazionale del Regno Unito supera le dimensioni dell’intera economia. Gli enti locali si trovano in gravi difficoltà finanziarie e alcuni sono falliti. L’infrastruttura nazionale, comprese le strade, è in uno stato di abbandono. Le buche sono da vedere ovunque. La polizia è tesa ad affrontare il crimine. Le ferrovie, i servizi sanitari, le scuole e le università sono state colpite da frequenti scioperi. Tra il malcontento, Sunak e i suoi ministri continuano a ricorrere alla retorica populista standard, accusando gli scioperanti di agire contro “il popolo”. Lo stile di comunicazione usato da Donald Trump e altri politici repubblicani in America è copiato dai populisti in Gran Bretagna. I politici conservatori parlano di condurre una “guerra al risveglio” e a coloro che non hanno “valori britannici” – senza un’adeguata spiegazione di quali dovrebbero essere questi valori.

Con le prossime elezioni generali previste per la fine del 2024, la campagna elettorale è, in effetti, in corso e sta diventando sempre più sporca. IL Volte di Londra ha recentemente pubblicato una storia secondo cui Sunak ricorrerà sempre più alle tattiche elettorali del “divide et impera”. L’obiettivo includeva già le questioni dell’immigrazione e dei “boat people” – richiedenti asilo che intraprendono un pericoloso viaggio attraverso la Manica dalla Francia per arrivare sulla costa meridionale inglese. L’attuazione della strategia per le emissioni nette zero è a rischio. L’ultima tattica è l’annuncio di Rishi Sunak che prevede di limitare il numero di studenti autorizzati ad andare all’università per quelle che descrive come “diplomi di Topolino” che sono di basso valore in termini di capacità di guadagno. Sunak insiste sul fatto che un’istruzione universitaria “non è l’unico modo per avere successo nella vita”. Questo dopo il suo precedente annuncio che stava esaminando piani per garantire che tutti gli alunni in Inghilterra studiassero matematica fino all’età di 18 anni, perché voleva che le persone “si sentissero sicure” quando si trattava di finanze. I critici affermano che il suo piano richiederebbe più insegnanti di matematica e non tutti gli alunni hanno l’attitudine per apprendere la materia.

È necessario un contesto per cercare di comprendere la particolare mentalità del primo ministro Sunak. Sunak ha studiato per la prima volta al Winchester College, una delle scuole più costose del paese. Successivamente, è andato all’Università di Oxford, dove ha conseguito una laurea in filosofia, politica ed economia. Poi è andato alla Stanford University in California per un MBA. A Stanford, ha incontrato la sua futura moglie, il cui padre miliardario, NR Narayana Murty, è il fondatore della società tecnologica Infosys, in cui la moglie di Sunak ha una partecipazione. Lo stesso Sunak ha avuto una carriera di successo presso la banca d’investimenti Goldman Sachs prima di entrare in politica. La rivista economica americana Forbes stima che “Sunak e sua moglie valgono circa $ 810 milioni – più di un quarto di miliardo di dollari più ricchi della fortuna personale di $ 500 milioni del re Carlo III”.

Sunak è riluttante a parlare della ricchezza della coppia, in particolare quella di sua moglie, che, dice, è una privata cittadina. Tuttavia, in una democrazia è difficile separare completamente la vita di un leader politico dal coniuge. Tale controllo pubblico è legittimo e inevitabile negli Stati Uniti, nel Regno Unito o in qualsiasi democrazia occidentale. Le loro politiche e pratiche hanno un contesto; una parte importante di ciò sono i loro successi o la loro mancanza e le loro preferenze particolari.

Non si può essere certi di cosa si celi esattamente dietro gli interventi di Sunak, in particolare nell’istruzione pubblica. Ma tra le conseguenze, volute o meno, potrebbe esserci una radicale ristrutturazione sociale che porterebbe a una riduzione della popolazione con istruzione universitaria ea un’espansione della forza lavoro senza istruzione superiore e con competenze inferiori. Un titolo universitario non riguarda solo i soldi. Soddisfa i bisogni che richiedono capacità investigative e analitiche avanzate. Impariamo tutti a velocità diverse. Ci sono numerosi esempi di individui che, a differenza di Sunak, erano lenti nei loro primi anni, ma hanno mostrato risultati straordinari nell’istruzione in età avanzata. Una formula rigida per tutti priverebbe molte persone provenienti da contesti svantaggiati delle opportunità di vita e ucciderebbe il loro desiderio di imparare nel proprio tempo e al proprio ritmo.

Origine: https://www.counterpunch.org/2023/07/27/after-brexit-the-state-of-the-united-kingdom/



Lascia un Commento