Illustrazione di Madre Jones; Ufficio dello sceriffo della contea di Fulton; Getty

Combatti la disinformazione: iscriviti gratuitamente Madre Jones quotidiano newsletter e segui le notizie che contano.

Donald Trump si è arreso giovedì alle autorità della contea di Fulton dopo essere stato accusato di aver cospirato per ribaltare i risultati delle elezioni presidenziali del 2020 in Georgia. Trump, che nel caso sta affrontando 13 reati, inclusa la violazione della legge RICO dello stato, è stato preso le impronte digitali, fotografato e schedato, proprio come qualsiasi altra persona accusata di un crimine grave nello Stato di Peach.

Un giudice ha fissato una cauzione di 200.000 dollari nel caso del miliardario, ordinando a Trump di interrompere i contatti con tutti i suoi coimputati a meno che non avvenga tramite i suoi avvocati. Gli è inoltre vietato intimidire imputati o testimoni, anche attraverso post sui social media o “minacce indirette” di qualsiasi tipo.

L’ex presidente e 18 presunti cospiratori, compreso il suo avvocato Rudy Giuliani, sono stati incriminati all’inizio di questo mese con accuse statali, rendendo questo il quarto atto d’accusa di Trump in meno di sei mesi. A giugno, Trump è diventato il primo ex presidente a dover affrontare un’accusa federale, accuse relative a documenti riservati che teneva nel suo resort di Mar-a-Lago dopo la fine del suo mandato. Meno di due mesi dopo, è stato accusato di accuse federali per i suoi tentativi di ribaltare la vittoria di Joe Biden alle elezioni del 2020.

L’ex presidente, che si è dichiarato non colpevole in tutti i suoi casi penali, è anche in attesa di processo a New York per presunta violazione delle leggi statali quando ha pagato soldi in segreto alla star del cinema per adulti Stormy Daniels nel 2016. Trump, che sta affrontando un’incredibile condanna a 91 conta in tutte queste battaglie legali, chiaramente non è estraneo alla resa. L’ex presidente era già stato citato in giudizio tre volte negli ultimi mesi, inclusa una volta in occasione del suo 77esimo compleanno.

Ma, a differenza dei suoi arresti precedenti, questa volta Trump si è fatto sparare. Questa fotografia è stata molto attesa da gran parte del Paese, con molte persone aspettando con gioia la pubblicazione della foto sui social media. La politica e l’etica relative alla condivisione delle foto segnaletiche sono controverse e contestate; Trump, come altri americani che rischiano l’arresto, in realtà non è stato condannato per nulla. Ma nessuno può negare l’impatto culturale di un ex presidente costretto alle stesse degradanti procedure di giustizia penale di chiunque altro.

Puoi dare un’occhiata alla foto che ha fatto la storia qui.



Origine: www.motherjones.com



Lascia un Commento